Il bullismo nel cyber spazio
è proprio tossico.
Non ti fa dormire bene nella notte,
ti toglie anche la voglia di mangiare.

Ti succhia il buon umore.
Ti disturba l’emozione.
Ti succhia il tempo.
Ti schiazza la stima personale.
Ti distruggia il morale.
Ti paralizza di non socializzare.

Da una critica politica,
di una propagandista velenosa:
vive nel mare di bugia
malata di mente e pazza di fama!

L’oddio e la rabbia:
uniscono facilmente la gente,
con le balle dell’ignoranza
mischiata di una finta intelligenza.

Il bullismo è un gioco di abuso psicologica.
Una propagandista pompata d’aria:
sussurrare del intrigo giornaliere
per rompere la reputazione,
l’integrità, e la credibilità
delle sue vittime.

Diffamazione alle loro vittime:
ogni ora le imbuca
dei distruttivi calunnia.

Al fine del giorno,
sorride come un pazzo,
contento di aver colpito:
scopando tanti cervelli
con la sua frottola dannosa.

A chi crede nella sua perfida mascalzonata:
ogni ora della sua carognata,
spruzzaglia di un sacco di cattiveria!

Il cyberbullismo è l’aria tossica:
piena di malocchio e malintesi,
colpiscono la gente con buon cuore.

Gli offesi abituali
fatti con l’intenzione
tramite cyberbullismo
possono ritorcersi sgarbatamente
ai genti abusivi senza scrupoli.

La sanguisuga tossica di calunnia,
un cuore malizioso, un mente bugiardo,
un’anima cattiva, le menzogne della sua vita:
un segnale di amore mancata.

14 novembre, 2017, a casa dolce casa ✍ Angelica Hopes, Il cielo della speranza

Author

Poet, author, novelist, Italian-English translator, ghost writer, lovingly dedicated to my husband and three daughters, a foreign language enthusiast, a piano and English tutor, a domestic violence counsellor and a wanderlust.

Write A Comment